mer

23

ott

2013

Ormai al tramonto le serrature a doppia mappa

I malviventi non hanno bisogno di forzare, di spaccare, di fare rumore per entrare perché usano la tecnica del passepartout:

: infilano una loro chiave e riescono ad aprire a forza di piccoli spostamenti dei cilindri e delle lamine interne della serratura.

e serrature preferite sono quelle a doppia mappa. Il termine indica una serratura a leve che viene azionata da chiavi a gambo lungo.

Queste chiavi terminano alle estremità con due “ali”, due rettangolini speculari muniti di piccoli denti.

I denti costituiscono la combinazione specifica della serratura: una serie di piastre in metallo incise per accoppiarsi alla chiave,

la quale per sollevamento, trascina le mandate (giri di chiave) in apertura o chiusura della stessa serratura.

Ora una difesa maggiore si ha con le serrature a cilindro europeo: chiave corta, con svariati fori o tacche sulla superficie codificata, un tesserino che certifica e ne autorizza la duplicazione.

Per evitare attacchi al cilindro, meglio dotarsi pure di un “defender”, una piastra priva di punti di fissaggio esposti e che aderisce perfettamente alla porta blindata.

Scrivi commento

Commenti: 0